201905.160

Pensieri brutti e cattivi. Ossessioni tabù: come liberarsene


La nostra mente a volte può diventare perfida e birichina: può ossessionarci con pensieri e immagini di azioni che mai vorremmo compiere o anche solo pensare.
La lista dei “fastidi” mentali è molto ampia: accoltellamenti, violenze, omicidi… suicidi stradali, suicidi dal balcone, gesti inconsulti… e ancora, infanticidi, omosessualità subite, blasfemie, ossessioni demoniache, gravi disturbi mentali: a prima vista tutto materiale per criminologi e avvocati penalisti!

E invece si tratta fortunatamente “solo” di ossessioni mentali. I pensieri “brutti e cattivi”, ossessivi, intrusivi, sgradevoli e inaccettabili, rappresentano un disturbo che coinvolge sempre più persone. La paura di compiere gesti involontari, irrazionali, azioni criminali o di avere pensieri impuri, immorali, disdicevoli e inopportuni può essere considerata una vera epidemia moderna.

In queste pagine Alessandro Bartoletti ci conduce negli oscuri meandri delle ossessioni mentali cercando di rispondere ad una semplice domanda: «Se ne può uscire… senza necessariamente passare per le patrie galere o essere internati?»

Sì. Con le dovute strategie è possibile sconfiggere le ossessioni mentali.
Il volume, rivolto principalmente a chi soffre di questi problemi, è punteggiato di divertenti casi clinici ed è scritto con linguaggio semplice e dissacrante. Affronta con rigore scientifico la formazione e la persistenza delle ossessioni mentali e i metodi terapeutici più efficaci per liberarsene in tempi brevi, dimostrando come mediante una terapia mirata, strategica e breve – senza infinite ricerche sulle cause passate spesso fuorvianti e improduttive – sia possibile restituire alla persona la tranquillità di pensare liberamente senza temere di trasformare i propri pensieri in azioni involontarie… o criminali.

Guarda la presentazione del libro
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 4,50 out of 5)
Loading...